Il golpe invisibile

 

 


Giorgio Galli
IL GOLPE INVISIBILE
978-88-7953-272-3 − pagg. 256 − € 18,00


 

Come la borghesia finanziario-speculativa e i ceti burocratico-parassitari hanno saccheggiato l’Italia repubblicana fino a vanificare lo stato di diritto.

 

Nell’Italia odierna i ceti speculativi e parassitari hanno svuotato i partiti politici, impoverito la classe lavoratrice e logorato quella imprenditoriale, fino a ridurre la democrazia a un simulacro… Il golpe invisibile ha fatto dell’Italia un paese dominato dalla speculazione finanziaria, dalla burocrazia parassitaria, dalle mafie affaristiche e dall’illegalità di massa. Un paese dove il governo non governa, la disoccupazione dilaga, l’imprenditoria è vessata, la magistratura è semiparalizzata, e dove invece della cultura civica impera il familismo amorale.

Il “golpe invisibile” qui ricostruito dal politologo Giorgio Galli ha preso le mosse negli anni Settanta del secolo scorso, si è rafforzato negli anni Ottanta del craxismo, e ha avuto pieno compimento durante il quasi ventennio berlusconiano. È stato attuato dalla borghesia finanziario-speculativa e dai ceti burocratico-parassitari i quali, assunto il pieno controllo delle forze politiche e preso il potere in forma egemonica, hanno potuto saccheggiare l’Italia repubblicana facendo “carta straccia” di molte pagine della Costituzione.
Il “golpe invisibile” dei ceti speculativi e parassitari ha generato un debito pubblico astronomico (decenni di evasione fiscale, di ruberie, corruttele e malversazioni), ha vanificato lo stato di diritto e il controllo di legalità della magistratura, ha consolidato il potere della criminalità organizzata (mafie che sono parte integrante dei ceti speculativi e parassitari), e ha alterato l’economia di mercato riducendo in povertà milioni di imprenditori e lavoratori. Soprattutto, il “golpe invisibile” ha impedito che la società italiana superasse il congenito familismo amorale e si dotasse di una cultura civica.

GIORGIO GALLI (Milano, 1928), politologo e saggista, con Kaos edizioni ha pubblicato: Affari di Stato (1991); Storia del Pci (1993); Il partito armato (1993); Cromwell e Afrodite (1995); In difesa del comunismo nella storia del XX Secolo (1998); Passato prossimo (2000); L’impero americano e la crisi della democrazia (2002); Il prezzo della democrazia (2003); Appunti sulla New Age (2003); Non credo (2006); Storia della Dc (2007); Mussolini: il destino a Milano (2008); Pasolini comunista dissidente (2010).

Pedro. Ricordo di mio padre

 

 


Giancarlo Petrini
PEDRO. RICORDO DI MIO PADRE
978-88-7953-246-4 − pagg. 130 − € 14,00


 

Ricordo di Carlo Petrini.

Giancarlo Petrini, primogenito dell’ex calciatore Carlo Petrini (1948-2012), ricorda il padre e le vicende che ne hanno scandito la vita turbolenta: dagli anni d’oro del calcio di serie A, alla fuga all’estero, al dramma del figlio Diego, fino al ritorno in Italia per gli ultimi anni attraversati dalla malattia.
«Sono cresciuto come un bambino speciale perché avevo un papà speciale: un calciatore di serie A che tutti gli altri bambini mi invidiavano. La mia infanzia è stata segnata da questo padre-calciatore, dalla sua presenza e dalla sua assenza: quando non c’era lo aspettavo, quando era presente lo adoravo. Mi piaceva anche il suo soprannome, Pedro…».
Un ritratto biografico di Carlo Petrini, attraverso la cronaca di un’esistenza piena di luci e di ombre, fino al riscatto finale. «Pedro alla fine è riuscito a riscattarsi affrontando anni di sofferenze con una dignità e un coraggio che non potrò mai dimenticare. È come se, in zona Cesarini, avesse segnato il gol della vittoria».

Al di sotto di ogni sospetto

 

 


Michele De Lucia
AL DI SOTTO DI OGNI SOSPETTO
978-88-7953-260-0 − pagg. 300 − € 18,00


 

1963-1993: trent’anni di scandali affaristici e di guai giudiziari di Silvio Berlusconi prima del 1994 (cioè prima che adoperasse la politica per avere l’immunità parlamentare e per farsi l’impunità legislativa ad hoc).

 

Intrigo di Stato

 

 


Autori vari
INTRIGO DI STATO
978-88-7953-205-1 − pagg. 170 − € 17,00


 

L’agente del Sisde Federico Armati, l’annunciatrice della Rai-tv Virginia Sanjust, il presidente del Consiglio Berlusconi: i documenti giudiziari di 
uno scandalo nascosto.

 

La banda della magliana

 

 


Gianni Flamini
LA BANDA DELLA MAGLIANA
978-88-7953-239-6 − pagg. 252 − € 20,00


 

«Questo libro si occupa di uno snodo importante dei misteri d’Italia: la struttura illegale denominata “banda della Magliana”. Una struttura che non può essere semplicemente definita criminale, pena la sottovalutazione della sua funzione di cerniera con settori dell’eversione armata, dei servizi segreti, del mondo politico, del Vaticano, delle banche… La storia della banda della Magliana evidenzia un ulteriore segmento della storia della prima Repubblica. Una storia letta dal versante delle organizzazioni criminali che l’hanno attraversata condizionandone il divenire. Una storia drammatica, che non deve essere ignorata; storia autentica del nostro Paese, che dobbiamo conoscere proprio per non doverla rivivere» Libero Mancuso

GIANNI FLAMINI (Bologna 1934, giornalista) da molti anni fa ricerche sui temi del terrorismo, della sovversione e della politica parallela. Fra le sue pubblicazioni: Il partito del golpe (1981-1985); I pretoriani di Pace e libertà (2001); Brennero Connection (2003); L’amico americano (2005); Segreto di Stato (2002) e Diario criminale (2009), entrambi con Claudio Nunziata; Il bullo del quartiere (2006); Il libro che i servizi segreti italiani non ti farebbero mai leggere (2010).

Volo basso

 

 


Lucio Giunio Bruto
VOLO BASSO
978-88-7953-238-9 − pagg. 218 − € 17,00


 

Sesso, cacca e banalità: viaggio nelle cazzate che scrive Fabio Volo.

Fabio Volo è un divo multimediale. È una presenza fissa in tv, con suoi programmi oppure ospite. Da anni conduce una trasmissione radiofonica quotidiana per un’importante emittente. Come attore ha interpretato una decina di film. E soprattutto, è uno straordinario fenomeno editoriale: ha scritto 6 libri di narrativa, con milioni di lettori.
Volo è il più eclatante fenomeno socioculturale dell’Italia berlusconizzata, e può essere ritenuto il più influente intellettuale italiano di oggi. Per questo gode di una particolare benevolenza da parte di tutti i media, pronti solo a celebrarne il successo. E chi si permette di criticare il merito dei suoi best seller viene accusato di snobismo e invidia.
In queste pagine si tratteggiano il personaggio Fabio Volo e le tappe del suo straordinario successo fatto di niente. Ma soprattutto si raccontano le sue opere librarie: fumettoni rosa con tanto sesso, operazioni commerciali di livello imbarazzante. Unico nutrimento culturale per milioni di lettrici teledipendenti.

Gli autori che ricorrono allo pseudonimo LUCIO GIUNIO BRUTO hanno scritto: Cicciobello del potere (1997, sul politico Francesco Rutelli); Vespaio (2005, sul telegiornalista Bruno Vespa); e Bassezza reale (2006, su Vittorio Emanuele di Savoia). Libri pubblicati dalla Kaos edizioni.